Simonetta Scandellari si è laureata in Giurisprudenza nel 1970 con il massimo dei voti, discutendo una tesi sul pensiero giuridico penale di Cesare Beccaria, diretta dal prof. Mario A. Cattaneo e presentando due tesine: una in Diritto penale, l’altra in Storia del diritto italiano. Dopo la laurea, ha iniziato la sua collaborazione presso la Cattedra di Filosofia del Diritto, sotto la direzione del prof. Cattaneo. Negli anni 1971-72 ha fatto parte del gruppo di ricerca finanziato dal CNR “Il principio di difesa sociale in Italia dalle codificazioni preunitarie ad oggi, diretto dai proff. Franco Bricola e Alessandro Baratta. Nel 1972 ha vinto una borsa di studio biennale bandita dalla Regione Sarda. Nel 1976 ha partecipato al concorso di assistente ordinario presso l’Università di Sassari, risultando vincitrice.
Ha partecipato al concorso per professore associato, per il raggruppamento di Filosofia del Diritto, che ha vinto nel 1984. E’ stata chiamata dalla Facoltà di Magistero dell’Università di Ferrara a ricoprire l’insegnamento di Storia delle Costituzioni moderne, l’anno successivo. Nel 1989 è stata confermata, nel raggruppamento concorsuale di Storia del Diritto italiano.
Dal 1986 al 2003 ha impartito presso l’Università di Ferrara i seguenti insegnamenti: Storia delle Costituzioni moderne; Filosofia Politica; Storia delle Dottrine e istituzioni politiche.
Insegna attualmente presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Ferrara Storia delle Istituzioni Politiche per il Corso di laurea di Scienza della Comunicazione (nella triennale e nella specialistica di Scienza della Educazione); Filosofia Politica per il Corso di laurea di Filosofia ( sia nella triennale che nella specialistica); Diritto e Società (nella triennale di Scienza dell’Educazione).
Negli anni 1980-1983 ha trascorso due semestri a Madrid dove ha compiuto le proprie ricerche sia presso il Consejo de Investigaciones Científicas, sia presso la Biblioteca Nacional, sia in altre Biblioteche e Archivi e un semestre a Saragozza, presso l’Istituto di Historia del Derecho della Facoltà di Giurisprudenza e presso l’Istituto di Storia della Facoltà di Lettere dove ha lavorato anche sotto la direzione del prof. Rafael Olaechea. In quel periodo ha condotto alcune ricerche, finanziate dal CNR sul pensiero giuridico spagnolo del secolo XVIII, successivamente pubblicate.
Negli anni seguenti ha alternato i suoi soggiorni di studio tra la Francia (Parigi), la Spagna (Madrid), la Germania (Monaco di Baviera), l’Inghilterra (Londra) per portare a termine le proprie ricerche, approfondendo i propri studi relativi alla storia del costituzionalismo del secolo XVIII e XIX.
Nel periodo che intercorre tra il 1987 e il 1990, i suoi interessi si sono rivolti all’analisi degli scritti politici di vari teorici del costituzionalismo fissando specialmente l’attenzione su Thomas Paine e la sua influenza sullo sviluppo costituzionale americano e francese.
Dagli anni ’90, gli ambiti della sua ricerca si sono indirizzati principalmente verso tre filoni: 1- la storia del costituzionalismo europeo; 2- le origini politiche, giuridiche, filosofiche del riformismo spagnolo del secolo XVIII e riformatore del XIX; 3- l’educazione politica del principe e il ruolo dei “consigli” e dei “consiglieri”, in special modo nella Spagna del secolo XVI.
Ha partecipato, come relatore a vari Congressi e Colloqui in Italia e all’estero, fra i quali, i più importanti a Tolosa nel 1989 e nel 1990, a Sassari nel 1990, a Milano nel 1990 e 1994, a Oviedo nel 1994, a Ferrara nel 1998 e 2000.
Nel 2001 ha insegnato nel “Corso di perfezionamento Master biennale in Storia dell’Educazione” della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Ferrara.
Nel 2002 ha presentato una relazione dal titolo: “Alcuni aspetti della letteratura politica spagnola del secolo XVI: il Consiglio e i Consiglieri del Principe” al congresso tenutosi a Ferrara sul tema “La formazione del Principe in Europa dal Quattrocento al Seicento. Un tema al crocevia di diverse storie”.
Nel settembre del 2002 ha partecipato, in Alcalá de Henares, al Primer Congreso Iberoamericano de Ética y Filosofía Política organizzato dal Instituto Superior de Investigaciones Científicas (Madrid) con una relazione dal titolo “La Educación del príncipe. (s. XVI)”.
Nel 2002-2003 e 2003-2004 ha fatto parte del corpo docente di un Master Internazionale dal titolo “Storia e comparazione delle Istituzioni politiche e giuridiche dei paesi dell’Europa Mediterranea” presso l’Università di Messina.
Inoltre, fa parte del Collegio Docente del Dottorato “Modelli, linguaggi e tradizioni nella cultura occidentale” dell’Università di Ferrara.
Nel febbraio del 2003 ha tenuto, a Valencia, una conferenza dal titolo: “La Ilustración Valenciana: entre Reforma y Revolución” su invito della Conselleria de Cultura y Educación e la Real Sociedad Económica de Amigos del País.
Nel 2004 ha partecipato ai seguenti congressi internazionali, come relatore: il primo dal titolo, “Donne di Palazzo nelle corti europee. Tracce e forme di potere dall’età moderna, Urbino 6-7 maggio 2004; il secondo “Nación y Constitución. De la Ilustración al liberalismo” III Congreso Internacional de la Sociedad Española de Estudios del Siglo XVII, Sevilla 15-18 de junio de 2004.
Dal 2003 fa parte del gruppo di lavoro “Biblioteca Digital El Pensamiento Político Español: catalogación, digitalización y difusión” inteso alla diffusioni delle fonti del pensiero politico e giuridico spagnolo.
Dal 2004 fa parte del corpo docente del dottorato internazionale “España y Europa: historia intelectual de un diálogo” – Università di Murcia che ha recentemente ottenuto la qualifica “mención de calidad” dal Ministero della ricerca scientifica spagnolo.
Dall’anno 2005, sta lavorando attivamente ad un progetto di collaborazione sia sul piano scientifico che didattico, tra la Facoltà di Lettere e Filosofia di Ferrara e la Facoltà di Lettere dell’Università di Alicante.
Nel maggio del 2006 ha fatto parte di una commissione di Dottorato internazionale presso l’Università di Murcia.
Fa parte del gruppo internazionale di ricerca “Teoría de la Unidad Cultural de Europa: el paradigma Humanístico” che fa capo al “Proyecto de investigación de una Bibliotheca Europa digital para Intermediae”, coordinato dal prof. Pedro Aullón de Haro dell’Università di Alicante.
Fa parte del Comitato scientifico delle seguenti riviste: “Res Publica. Revista de la Historia y del presente de los conceptos políticos”; “Historia Constitucional” (http://hc.rediris.es); “Hispanogallia”. Revista hispanofrancesa de Pensamiento, Literatura y Arte, Consejería de Educación-Embajada de España en Francia.
nel novembre del 2006 ha partecipato al II Cogreso Internacional Hispánico: "Saavedra Faajardo, su época, su recepción: historia, política, relaciones internacionales" Murcia, 13-17 novembre) con la relacione:"El silencio y la palabra: secretarios, letrados, y consejeros entre humanismo y renacimiento".
Nel dicembre del 2006 ha partecipato con una relazione dal titolo: 'La recepción del pensamiento criminal de G. Filangieri en España'al Congresso Internazionale "La route de Naples aux Indes Occidentales: Culture politique, constitutionnalisme et codification dans le monde hispanique aux XVIIIe et XIXe siècles" (Paris, 8 et 9 décembre 2006. I lavori del convegno si possono trovare in "Archives Audiovisuelles de la Recherche" http://semioweb.msh-paris.fr/AAR

Parla e scrive correttamente il castigliano, parla e legge il francese e l’inglese.


















Elenco delle pubblicazioni di Simonetta Scandellari

1 Difesa sociale e funzione della pena nella dottrina di Romagnosi, in “Archivio Giuridico”, 1977, pp.113-159.
2 Un tentativo di riforma penale nel secolo XVIII spagnolo: il Discurso sobre las penas di Manuel de Lardizábal, in “Bollettino dell’Archivio Storico Sardo di Sassari”, n.IX, 1983, pp. 83-151.
3 Alcune note sull’influenza di Jeremy Bentham nel Codice penale spagnolo del 1822, in “Bollettino dell’Archivio Storico sardo di Sassari”, n. X, 1984, pp. 127-181.
4 Il Discurso sobre una constitución libre di Miguel Rubín de Celis, Bayona 1972, in “Memorie del Seminario di Filosofia del diritto e di Storia delle dottrine politiche della Facoltà di Magistero dell’Università di Sassari”, Sassari, 1988, pp. 7-29.
5 L’opera critica di José Cadalso tra conservazione e riforma, in “Annali dell’Università di Ferrara”, Nuova Serie, sez. III-Filosofia, vol. III, n.2, 1989, pp. 5-65.
6 Algunas reflexiones sobre el pensamiento político de Arroyal: las Cartas económico-políticas in “Echanges culturels dans le bassin de la Méditerranée (France, Italie, Espagne), Toulouse, 1989, pp. 109-118.
7 Il pensiero politico di Thomas Paine, Torino, Giappichelli, 1989, pp. 3-120.
8 El concepto de soberanía en la literatura política española de finales del siglo XVIII: La Monarquía de Peñalosa y Zúñiga, in “Trienio. Ilustración y Liberalismo”, Madrid, Noviembre 1990, pp. 4-45.
9 Alcune note sull’influenza di Filangieri nella codificazione penale spagnola del 1822, in “Gaetano Filangieri e l’Illuminismo europeo”. Atti del Convegno di Vico Equense (14-16 ottobre 1982), Guida, Napoli, 1991, pp. 519-527.
10 Thomas Paine. Untersuchung über die Freiheit durch Gesetz und politische Tätigkeit, in “Rechtsentstehung und Rechtskultur. Heinrich Scoller zum 60. Geburstag, Heidelberg, Decker & Müller,1991, pp.137-145.
11 Reseña a Morange Claude, Siete calas en la crisis del antiguo régimen español y un panfleto clandestino de 1800,Instituto de Cultura “Juan Gil-Albert”, Diputación de Alicante, Alicante, 1990, págs. 413 in “Trienio. Ilustración y Liberalismo, Mayo, 1991, pp. 134-137.
12 La “tesi del complotto” nelle Causas de la Revolución de Francia en el año 1789 di Lorenzo Hervás y Panduro, Colloque International, Toulouse, 16 mars 1990, Presses Universitaires du Mirail, 1992, pp. 35-48.
13 Il contributo di Thomas Paine alla Rivoluzione francese: alcune osservazioni. Atti del Colloquio Internazionale “Diritto e Stato nella Filosofia della Rivoluzione Francese”, Milano 1-3 ottobre 1990, Milano, Giuffré, 1992, pp.315-354.
14 La polemica sull’abolizione della tortura nella Spagna della seconda metà del secolo XVIII, in “Collana dell’Archivio Storico Sardo di Sassari”, Nuova Serie, Scritti in memoria di Ginevra Zanetti, Sassari, 1994, pp. 355-372.
15 Formas de gobierno en el pensamiento político de Ibáñez de la Rentería, in “Estudios Doeciochistas en Homenaje al prof, José Miguel Caso González”, Oviedo, 1994, vol. II. Pp. 319-328.
16 Costituzionalismo e riforme nelle Cartas económico-políticas di León de Arroyal, in “Archivio Storico e Giuridico Sardo di Sassari”, n. 2, 1995, pp. 93-154.
17 L’importanza di Pufendorf e dell’insegnamento del diritto naturale nei progetti di riforma degli studi giuridici della Spagna di Carlo III, in “Samuel Pufendorf filosofo del diritto e della politica”. Atti del Convegno Internazionale, Milano, 11-12 novembre 1994, Napoli, 1996, pp. 225-250.
18 La difesa delle libertà individuali nelle Cartas sobre los asuntos más exquisitos de la economía política y sobre las leyes criminales (1789-1784) di Valentín de Foronda, in “I Castelli di Yale”. Quaderni di Filosofia, a. 1°, n.1, 1996, pp. 89-128.
19 Il riformismo illuminista nella Spagna di Carlo III: il conte di Campomanes, in “I Castelli di Yale, n. 2, 1997, pp. 195-211.
20 Il dibattito sul ruolo del ceto forense nella Spagna del secondo settecento, in “Archivio Storico e giuridico Sardo di Sassari”, Sassari, 1999, pp. 1-82.
21 Proposte di riforma legislativa nel secolo XVIII: la Spagna di Carlo III. (Appunti e considerazioni), Sassari, 2001, pp. 7-170.
22 L’educazione del principe cristiano: i consigli di Carlo V al figlio Filippo (1539-1543-1548), in “Annali dell’Università di Ferrara”. Sezione Lettere. Nuova Serie, n. 2, 2001, pp. 189-232.
23 Un progetto di “codice civile”: la Ydea de un cuerpo legal di Alonso de Acevedo, in “El hombre de bien”, Studi in onore di Rinaldo Froldi, Alessandria, Edizioni Dell’Orso, 2004, vol. II°, pp. 485-501.
24 Alcuni aspetti della letteratura politica spagnola del secolo XVI: il Consiglio e i consiglieri del principe, in Atti del Convegno “La formazione del principe in Europa dal Quattrocento al seicento. Un tema al crocevia di diverse storie”, Ferrara 19-20 aprile 2002 ,Paris, La Tour de Babel, 2004, pp.133-168.
25 La Ilustración Valenciana: entre reforma y revolución. (di prossima pubblicazione negli “Anales de la Real sociedad Económica de Amigos del País de Valencia”).
26 Las relaciones españolas de la obra de Ludovico Antonio Muratori, in “Analecta Malacitana”. Revista de la Sección de Filología de la Facultad de Filosofía y Letras de la Univiversidad De Murcia ,XXVII,1,2004, pp.1-24.
27 La idea de progreso en la obra de Juan Andrés, (in corso di pubblicazione).
28 Reseña: Eduardo Bello/Antonio Rivera (eds.), La actitud ilustrada,Biblioteca Valenciana, Valencia, 2002, 239 págs. In “Analecta Malacitana”, XXVI,2 (2003), págs. 305.309.
29 Reseña: Aullón de Haro, Pedro; García Gabaldón, Jesús y Navarro Pastor Santiago (eds.), Juan Andrés y la teoría comparatista,Valencia, Biblioteca Valenciana, 2002, 378 págs. in “Cuadernos Dieciochistas”
30 Il “costituzionalismo storico” di León de Arroyal: una possibile lettura delle “Cartas económico-políticas?” in “Revista Electrónica de Historia Constitucional” 5, 2004, http://hc.rediris.es, pp. 1-45.
31 P. Aullón de Haro, S. Scandellari, La tradizione di San Gerolamo e il momento della creazione della storia universale e comparata delle scienze e delle lettere in Juan Andrés, in “Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Ferrara” Sezione di Storia, n. 1 pp..
32 S. Scandellari, A. Carreres, O. Martínez González de León, La voz actual de San Jerónimo, in “Analecta Malacitana”,XXVIII,1,2005, pp.313-339.
33 “Barroquismos en tiempos del barroco histórico, in P. Aullón de Haro (ed.), Barroco, Madrid, Verbum, 2004, pp. 228-250.
34 Il rapporto corte e politica: immagini del ruolo femminile attraverso alcuni epistolari dei secoli XVI e XVII, in “Archivio Storico e Giuridico Sardo di Sassari”, vol. 8° (Nuova Serie), 2004, pp. 23-60 (www.dirittoestoria.it).
35 Il conte di Toreno e il costituzionalismo spagnolo del secolo XIX, in “Giornale di Storia costituzionale”, n. 7, 2004, pp.67-84.
36 Pedro Aullón de Hsaro- Simonetta Scandellari, La tradizione di San Girolamo e il momento della creazione della storia universale e comparata delle scienze e delle lettere in Juan Andrés, in “Annali dell’Università di Ferrara” Sezione Storia, n. 1, 2004, pp.201-216.
37 Mosén Diego de Valera: consejos a los príncipes, comunicazione presentata al I Congreso Internacional de Pensamiento Político Hispánico: Sujetos, Conceptos y Prácticas de poder en la Edad Media Hispana”, Murcia, 12-15, 2004 (in corso di pubblicazione)
38 Mosén Diego de Valera, in “Biblioteca Digital SaavedraFajardo del pensamiento Hispánico”, SaavedraFajardo.um.es, 2005, pp. 1-11
39 El Concejo y consejeros del Príncipe” de Furió Ceriol: algunos aspectos de la literatura política española del siglo XVI in “Res Publica. Revista de la historia y del presente de los conceptos políticos, 2005, año 8, n. 15 pp. 135-175.
40 España 1808-1812: un recorrido constitucional, in “HispaniaGalia” Revista Hispanofrancesa de pensamiento, Literatura, Arte, Consejería de Educación-Embajada España en Francia, n. 1, 2004-2005, pp.29-54 .
41 Educare alla cittadinanza: progetti e proposte nella Spagna di fine Settecento e inizi Ottocento, comunicazione presentata al Congreso Internazionale “1812 fra Cadice e Palermo – entre Cádiz y Palermo, Palermo-Messina, 5-10 dicembre 2005.
42 La educación política del “buen ciudadano”, relazione presentata al congresso di Siviglia “Nación y Constitución” in “Actas del Congreso” Cinta Canterla ed., Sevilla, 2006, pp. 57-81.